Iniziati lavori di copertura dell'Infanzia Wollemborg

Facciata dell'Infanzia "Wollemborg" con le impalcature per i lavori

Come preannunciato nel Bollettino Parrocchiale n. 3/2019, il 1° giugno sono iniziati i lavori di restauro del tetto della Scuola Materna.

I lavori erano programmati da tempo e sono motivati dalla esigenza di migliorare la struttura dell’immobile sotto l’aspetto sismico e di rendere la Scuola più sicura ed accogliente. Il tetto è la parte dell’edificio che presenta le maggiori criticità e nel corso degli anni è stato oggetto di interventi di consolidamento strutturale e di restauro della copertura.

Quando nel 2015, ultimato il restauro della Chiesa, si è iniziato a valutare il progetto per l’intervento sul tetto della Scuola Materna, il Cpae si è trovato di fronte ad una situazione che presentava serie criticità e complicazioni di tipo burocratico: l’intervento sul tetto era subordinato alla valutazione preventiva della idoneità statica e dinamica dell’immobile e l’età dell’immobile, superiore ai 50 anni, ne vincolava qualsiasi intervento all’approvazione della Sovraintendenza ai Beni Storici.

Il Parroco don Leone, sentito il parere del Cpae, ha quindi deciso di far effettuare una perizia sulla idoneità statica e dinamica dell’immobile e una volta ottenuto l’esito della perizia di procedere con la richiesta di una Verifica di interesse culturale (Vic) sull’immobile alla Sovraintendenza ai Beni Storici del Veneto. L’esito delle due attività era di particolare importanza per la Scuola. Il parere negativo della perizia sull’idoneità statica e dinamica avrebbe precluso la continuazione del servizio scolastico mentre la conferma della Vic avrebbe comportato costi più elevati per il restauro.

Fortunatamente entrambe le attività hanno avuto esito favorevole: la perizia ha confermato la idoneità statica e dinamica dell’immobile e la Sovraintendenza ai Beni Storici ha confermato la insussistenza dell’interesse culturale per l’immobile.

Il progetto definitivo è stato predisposto all’inizio del corrente anno e i lavori erano stati programmati per il periodo luglio- agosto da effettuarsi contestualmente alla attività estiva che la Scuola svolge da qualche anno nel mese di luglio. In seguito alla manifestazione dell’evento Covid-19, alla sospensione dell’attività scolastica per i mesi da marzo a giugno e alla decisione della Scuola di non effettuare per quest’anno l’attività estiva, la data di inizio dei lavori è stata anticipata al 1° giugno e la conclusione è prevista per la fine di luglio. L’importo del restauro comprensivo delle spese di progettazione e dell’Iva è di € 180.000 e sarà finanziato con fondi della Parrocchia, con un contributo della Regione Veneto di € 56.000 concesso in passato, scaduto e non ancora utilizzato, per il quale è in corso una pratica di rinnovo. A questo, siamo fiduciosi continuerà ad essere presente il contributo della comunità tutta che sempre ha sostenuto con generosità le attività della parrocchia.

Paolo Tonin