Santa Croce

Il coro “Santa Croce” nasce negli anni trenta del secolo scorso. Inizialmente non aveva questo nome, ma si chiamava semplicemente “Schola cantorum” ed era composto esclusivamente da uomini e da ragazzi.

Si cantava in latino. Nasce per volere di Don Carlo Pemaro, che in quel periodo era parroco. All’inizio il coro era accompagnato dall’armonium, perché in chiesa non era ancora presente l’organo, che venne acquistato da Don Primo Tieppo nel 1975.

In tutti questi anni si sono succeduti diversi maestri, che è giusto ricordare. Il primo direttore è stato Berti Natale, che negli anni quaranta, cinquanta e sessanta ha impiegato molto del suo tempo e delle sue energie per insegnare a cantare al coro di Loreggiola. Allora si cantava quasi tutto in latino. I più anziani ricordano ancora la sua passione e il suo entusiasmo per il bel canto. A quei tempi l’armonium, che accompagnava i canti del coro, era suonato da Gollin Alfonso, detto “Piva”, che era il padre di Gollin Lino. Quest’ultimo poi dal 1970 al 1982 diresse il coro e suonava anche l’armonium e in seguito l’organo. Nel 1983 per tre mesi venne come direttore Campello Riccardo, seguito immediatamente da Campello Giovanni, che è rimasto fino ai nostri giorni.

Negli anni ottanta la nostra corale ha attraversato anche dei momenti di crisi, nei quali si è sciolta. Ma poi è risorta anche per incoraggiamento di Don Primo. Dal 1990 al 1997 il maestro Barco Antonio venne in aiuto a Campello Giovanni.

Successivamente, circa 12 anni fa, il coro si è arricchito anche della presenza femminile. Da quando è nato esso ha svolto esclusivamente un servizio liturgico. Era questo infatti il suo scopo. Ha sempre messo il massimo impegno nell’accompagnare col canto sia le SS. Messe solenni che quelle ordinarie, oltre ad essere sempre presente ai funerali.

[Testo tratto da “Storia di Loreggiola” di Luigi Squizzato, pubblicato nel 2012 in occasione dei 100 anni dell’istituzione della parrocchia di Loreggiola.]