Cerca nel sito

Ultime notizie dagli Scout

Nel weekend tra il 22 e il 23 Maggio per noi scout appartenenti alla branca RYS si è svolto il S. Paolo. Per tutti coloro che non lo sapessero il S. Paolo è un’occasione di ritrovo e coinvolgimento tra i vari gruppi scout della zona, in particolare quest’anno ci siamo ritrovati con il clan del Camposampiero 1 e quello del Castelfranco 3. Il tema era quello dell’ambiente e della sostenibilità che sono stati affrontati in due giornate separate causa direttivi Covid.

Il 9 maggio è stato un giorno importante per noi scout in quanto si è festeggiato il nostro patrono, San Giorgio. Solitamente per questa grande festa tutti i reparti della zona di Castelfranco si ritrovano in un unico luogo per vivere assieme un po’ di avventura e divertirsi all’insegna dello scoutismo, quest’anno per ovvie ragioni non si è potuto fare così, questo tuttavia non ci ha comunque fermati dal festeggiare. Il nostro reparto si è separato in due, metà a Resana in trasferta l’altra metà è rimasta a Loreggia mentre abbiamo ospitato il neonato reparto di Piombino Dese e metà reparto di Resana.

Dopo anni di continui rinvii tra maltempo e pandemia, eccoci finalmente a raccontare la nostra "Caccia di Primavera 2021"!

Per chi se lo stesse chiedendo, la Caccia di Primavera è un evento che coinvolge i 13 “Branchi” scout della zona di Castelfranco Veneto, e che vede circa trecento Lupetti/e riuniti in una giornata piena di giochi… numeri troppo grandi per questo periodo storico! Quindi date le restrizioni del momento abbiamo messo in gioco il nostro spirito di adattamento ed inventiva che ci ha permesso di svolgere l'evento in totale sicurezza. Il nostro Branco della Roccia Azzurra infatti si è suddiviso in due gruppi: una parte è rimasta a Loreggia e l'altra si è spostata a Camposampiero, entrambe hanno conosciuto i lupetti del Branco del Fiore Rosso e del Branco del Popolo Libero del Camposampiero 2.

Domenica 14 Febbraio 2021 noi, scout di Loreggia 1, del Clan dei Viaggiatori liberi con il Noviziato Fenice ci siamo avventurati in bicicletta (muniti di tutte le certificazioni del caso) fino alla chiesetta del Noce a Camposampiero dove S. Antonio predicava da sopra un albero di noce, da qui il nome.

Pagina 1 di 12