Cerca nel sito

Metti in circolo il tuo amore - Quaresima 2024

La vita non è una recita, e la Quaresima ci invita a scendere dal palcoscenico della finzione, per tornare al cuore, alla verità di ciò che siamo. Tornare al cuore, tornare alla verità - Papa Francesco

Ogni lunedì di Quaresima, per aiutarci a vivere questo tempo speciale, abbiamo pensato di condividere la riflessione della domenica preparata dal catechismo, che ringraziamo.

Introduzione

Di settimana in settimana, attraverso la preghiera fatta qui in chiesa e a casa, proveremo a fare chiarezza sulla nostra vocazione, per riscoprire la bellezza nell’altro e in ciò che facciamo, per fare esperienza del sentirsi amati e poi abbandonarsi con fiducia a Dio. La preghiera, dunque, ci apparirà non solo “una cosa da fare”, ma come relazione d’amore con Dio-Padre, in Cristo, nello Spirito Santo.

18 febbraio - Prima domenica di Quaresima

Prego per fare chiarezza

Gesù è tentato nel deserto [Mc 3,12-15]

Accogliendo l’invito di Papa Francesco in vista del Giubileo 2025, ci impegniamo, in questo tempo Quaresimale a tenere fisso il nostro sguardo sul volto di Gesù attraverso la preghiera.

La nostra vita è fatta di tanti “ingranaggi”: quelli della scuola, del lavoro, della famiglia, dello sport, degli amici. Alcuni di questi vanno troppo veloci, altri lenti, altri ancora sono proprio fermi. La preghiera è quell’ingranaggio che se messo in mezzo agli altri dà la giusta velocità a tutto e il giusto senso alle relazioni della nostra vita.

Iniziamo oggi il nostro viaggio chiarendo anzitutto che la preghiera è silenzio, un silenzio interiore che ci aiuta a fare luce sulla nostra vocazione.

Preghiamo

Signore Gesù, in questo cammino di Quaresima aiutaci a vivere la preghiera con profondità; donaci la saggezza di distinguere il bene dal male, il superfluo dal necessario, la verità dalla menzogna.

25 febbraio - Seconda domenica di Quaresima

Prego per scoprire la bellezza

Gesù si trasfigura sul monte Tabor [Mc 9,2 10]

Eccoci giunti alla seconda tappa del nostro cammino Quaresimale che ha come obiettivo quello di allenarci a tenere fisso il nostro sguardo sul volto di Gesù.

Domenica scorsa abbiamo appreso che la preghiera è anzitutto silenzio. Oggi, a partire dal brano del Vangelo della trasfigurazione di Gesù sul Monte Tabor, comprendiamo che la preghiera è stare nel silenzio davanti alla bellezza lasciandoci
raggiungere dalla sua Parola che dona speranza anche nel buio più profondo.

Preghiamo

Signore Gesù, fa che la bellezza della preghiera ci doni di sperimentare la sua luce perché possiamo attraversare ogni notte della vita senza perdere la speranza del giorno nuovo. 

3 marzo - Terza domenica di Quaresima

Prego per incontrare l'altro

Gesù scaccia i mercanti dal Tempio [Gv 2,13 25]

Siamo giunti alla terza tappa della Quaresima.

Nelle scorse domeniche abbiamo appreso che la preghiera è anzitutto stare in silenzio davanti alla bellezza lasciandoci raggiungere dalla sua
Parola che dona speranza alle nostre vite, sempre.

Oggi, sollecitati dal brano del Vangelo che ci presenta un Gesù inedito, arrabbiato, che scaccia i mercanti dal tempio di Gerusalemme, e sclamiamo anche noi a gran voce che la preghiera non è un mercato! Non è un dare per avere, ma una relazione d’amore.

Preghiamo

Signore Gesù, in questo cammino di Quaresima aiutaci a vivere la preghiera come atto di giustizia; dacci la forza di prendere decisioni coraggiose e di lottare per difendere i più deboli.

 

10 marzo - Quarta domenica di Quaresima

Prego per imparare ad amare

Gesù parla con Nicodemo [Gv 3,14 21]

Eccoci alla quarta tappa del nostro cammino Quaresimale.

Nelle scorse domeniche abbiamo visto come la preghiera può essere un insieme di grandi emozioni che ci aiutano ad essere più consapevoli delle meraviglie che Dio Padre ci ha donato.

Questa settimana, lasciandoci guidare dal brano del Vangelo che ci presenta il dialogo tra Gesù e Nicodemo, scopriamo che la preghiera è esperienza di sentirsi amati così come si è!

Preghiamo

Signore Gesù, in questo cammino di Quaresima aiutaci a vivere la preghiera come un gesto d’amore; donaci di tenere fisso lo sguardo su di te e di vivere ogni relazione mettendo al primo posto l’altro e il perdono.

 

17 marzo - Quinta domenica di Quaresima

Prego per imparare a fidarmi

Gesù annuncia la sua morte [Gv 12,20 33]

Il nostro percorso attraverso la preghiera è ormai a buon punto. Sempre più ci stiamo convincendo che davvero la preghiera è quell’ingranaggio che se messo in mezzo agli altri dà la giusta velocità e il giusto senso di rotazione alla nostra
quotidianità.

Oggi, accompagnati dal Vangelo del “chicco di frumento”, scopriamo che pregare è avere fiducia in Dio Padre, un lasciare per fidarsi.

Preghiamo

Signore Gesù, in questo cammino di Quaresima aiutaci a vivere la preghiera anche quando siamo delusi; insegnaci a seminare chicchi di bontà e gentilezza perché poi possano germogliare buoni frutti di amore e generosità.