Cerca nel sito

Rover / Scolte Scout

Nel weekend tra il 22 e il 23 Maggio per noi scout appartenenti alla branca RYS si è svolto il S. Paolo. Per tutti coloro che non lo sapessero il S. Paolo è un’occasione di ritrovo e coinvolgimento tra i vari gruppi scout della zona, in particolare quest’anno ci siamo ritrovati con il clan del Camposampiero 1 e quello del Castelfranco 3. Il tema era quello dell’ambiente e della sostenibilità che sono stati affrontati in due giornate separate causa direttivi Covid.

Domenica 14 Febbraio 2021 noi, scout di Loreggia 1, del Clan dei Viaggiatori liberi con il Noviziato Fenice ci siamo avventurati in bicicletta (muniti di tutte le certificazioni del caso) fino alla chiesetta del Noce a Camposampiero dove S. Antonio predicava da sopra un albero di noce, da qui il nome.

Ma dov’è Ostiglia?

Se mai vi chiedessero di percorrere 230 km in bicicletta con un pesantissimo zaino sulle spalle, nei giorni più caldi dell’anno a cavallo tra luglio e agosto voi cosa direste? Ma certamente!

È così che noi del Clan Viaggiatori Liberi, del gruppo scout del Loreggia 1, abbiamo risposto quando ci è stato proposto di pedalare nella famosa ex ferrovia da Loreggia sino alla città di Ostiglia, per l’omonima ciclabile, per strade molto trafficate, e piccole vie di campagne quasi disabitate.

Martedì 30 Giugno il clan si è ritrovato alle 7.15 davanti al campanile, per la prima uscita assieme agli ex novizi da poco saliti dal Noviziato nel gruppo del Clan/fuoco.

Svolte le dovute procedure a causa Covid e dopo qualcuno che si è fatto aspettare, siamo saliti in macchina alla volta del porto Silea. Chi avrebbe immaginato che a Silea c’è il porto? (controllate pure su Google Maps). Carichi di aspettative ci aspettava una giornata entusiasmante!

19 giugno 2020. Quella sera noi ragazzi del Noviziato Fenice ci siamo ritrovati, davanti alla Chiesa del nostro paesino, pronti per affrontare la cerimonia che ci avrebbe portati, a fine serata, a far ufficialmente parte del Clan dei Viaggiatori Liberi. Il sentimento comune che avevamo era la preoccupazione, derivante dal fatto che nessuno sapeva cosa o come e dove avremo fatto il passaggio.

Pagina 1 di 6