Cerca nel sito

Notizie dalla parrocchia

CONCERTO IN CASA DI RIPOSO 

Domenica 3 dicembre ci siamo recate presso la casa di riposo “Tiepolo” a San Martino di Lupari; eravamo all’incirca 20, accompagnate dai genitori o dalle ragazze più grandi.  

È stato molto bello: gli ospiti della casa di riposo ci aspettavano, sembravano più emozionati di noi; mentre cantavamo molti di loro si addormentavano altri invece cantavano con noi, ma la cosa più bella è stata la signora Maria che ha cantato con noi “Venite Fedeli”. È stata molto brava: non pensavamo che quella signora avesse una così bella voce!  

Sei mai stato dono?

Ognuno di noi dovrebbe chiedersi ciò, e noi insieme ai ragazzi delle medie abbiamo provato a capire se finora siamo mai stati dono per qualcuno. Nei giorni dal 2 al 4 Gennaio 2024, i ragazzi delle medie delle parrocchie di Loreggia e Loreggiola hanno vissuto l’esperienza del campo scuola a Pieve Tesino (TN). Tre giorni dove 32 ragazzi/e, 5 educatori, 1 Don e 3 cuoche, si sono trovati tutti sotto lo stesso tetto con voglia di passare questi giorni al meglio, tra condivisione, voglia di mettersi in gioco e affidando ogni momento al Signore.

Eh, sì… quest’ inverno ci siamo proprio scrollati!! Noi giovani dell’ACG abbiamo accettato questa sfida, ci siamo sentiti “chiamati” dai nostri educatori, che con dedizione non si perdono d’animo e lanciano queste iniziative per chi vuole vivere nuove avventure. Esperienze meravigliose, ci sono momenti di felicità in cui si sta in compagnia dei propri amici e si gioca, si balla, si canta e si scherza; ma anche momenti di preghiera, condivisione e riflessione personale, gli stessi momenti che abbiamo vissuto in questo campo invernale.

Anche il 2023 è stato un anno ricco di incontri e ci dà gioia poter continuare in questo servizio! È una sfida sempre nuova da portare avanti insieme: dare attenzione, incontrare chi è in difficoltà, discernere le situazioni di bisogno, stare dentro la relazione con persone di altre culture, accompagnare chi è momentaneamente in difficoltà e poi riprende la strada in autonomia e accompagnare con pazienza anche chi è per più tempo in una situazione di disagio, condividere.