Cerca nel sito

La forza di un abbraccio

“A braccia aperte” è il titolo che ci ha accompagnato nella seconda parte dell’anno scolastico, il filo conduttore di tutte le attività programmate. L’abbraccio infatti, si pone come dimensione di cura, modalità di aiuto nello sviluppo armonico della personalità, forma appagante di inclusione sociale e connessione relazionale significativa. Ma l’abbraccio è anche saluto prima di un arrivederci, è anche un addio per chi approderà ad altre esperienze, è anche un modo per dirsi grazie reciprocamente.

E così la nostra scuola dell’infanzia, il 7 Giugno 2024, ha organizzato una grande festa per salutare i bimbi che andranno alla scuola primaria, per rendere protagonisti gli alunni più piccoli, ma soprattutto per ringraziare le famiglie, gli amici, le associazioni parrocchiali (ARCA e GRUPPO ORATORIO) e Don Antonio per l’aiuto e la vicinanza offerti alle nostre iniziative.

Il personaggio–guida è sempre stato Pinocchio, che ha la fortuna di avere un papà come Geppetto che gli perdona tutte le sue birichinate perché vuole un figlio, non un burattino.  Anche noi, come Pinocchio, siamo figli creati dalla forza dell’amore per compiere il nostro progetto e per lasciare una traccia di bene del mondo. Abbiamo anche imparato che non si può vivere senza regole come nel Paese dei Balocchi.

La festa, naturalmente, si è conclusa con tanti abbracci sinceri, sentiti, profondi perché…. nell’abbraccio il respiro e il battito del cuore diventano tutt’uno e fissano quell’istante magico per sempre. Buona estate!