Cerca nel sito

Comunità Capi Scout

Ammettetelo! Chi di voi non si è chiesto chi fossero quegli strani personaggi che con giubbetto catarifrangente ETRA, sacchi di plastica, guanti (ed è stato avvistato anche un carrello da supermarket!) che si aggiravano per Loreggia domenica 31 maggio 2015? Beh, eravamo noi scout e alcuni volenterosi cittadini che hanno partecipato alla manifestazione Puliamo Loreggia organizzata assieme al nostro Comune. Noi del Clan (età 17/20 anni) siamo stati particolarmente coinvolti in questa attività poiché stiamo sviluppando il tema della conoscenza del territorio per il nostro “capitolo”. Infatti, seguendo ciò che ha detto Baden Powell (il nostro fondatore), lasciate il mondo migliore di come l'avete trovato (che è stato anche il motto dell'evento).

Graziati in extremis dal meteo abbiamo potuto anche quest'anno, seppur con meno forze del solito, raccogliere ogni tipo di rifiuti che si celano nei meandri loreggiani. Divisi in tre gruppi siamo passati in molte strade, vie, piazze e parchetti e anche grazie alle pinze fornite dall'ETRA abbiamo ripulito il paese da innumerevoli mozziconi e pacchetti di sigaretta, nonché carte di caramelle (che pare siano molto apprezzate dai loreggiani), bottiglie di vetro, lattine, vari pezzi di plastica non identificabili, giornali, volantini e altri rifiuti che abbiamo ovviamente differenziato.

Gandhi diceva che “Dobbiamo diventare il cambiamento che vogliamo vedere”. Si, il mettersi in gioco, lo sporcarsi le mani è un punto fermo dei nostri valori scout. A tutti noi cittadini piace l’ordine e la pulizia, ma purtroppo siamo sempre pronti a denunciare lo sporco nelle strade senza fare nulla. Per essere il cambiamento che vorremmo vedere alle volte non servono grandi gesti ma fare più attenzione a dove riponiamo le nostre immondizie. Stanchi ma fieri di aver riempiti molti sacchi di rifiuti, segno che il nostro passaggio è stato fruttuoso, siamo stati premiati con dei panini buonissimi per questa giornata dedicata al rispetto del nostro territorio!

E' giunto il momento di ringraziare chi ha reso possibile questa manifestazione: l’amministrazione comunale di Loreggia che ha organizzato l'evento, in particolare l'assessore Livio Genesin, l'ETRA che ha fornito gli strumenti e tutti i cittadini che hanno contribuito alla realizzazione di questo importante progetto e in fine a noi scout dell’Agesci Loreggia 1.

Vi aspettiamo numerosi il prossimo anno all’ultima domenica di maggio con il sole o con la pioggia per diventare il cambiamento che tutti vorremmo vedere.

Grazie

Alice

Clan dei Viaggiatori Liberi

 

20150531 Puliamo Loreggia 1

 

Quando un gruppo di persone condivide un percorso che dura anni, quando si perseguono gli stessi obiettivi, quando ci si confronta su tematiche che a volte risultano anche piuttosto spinose, ecco pronta sull’uscio la necessità di vivere un’esperienza forte, un’esperienza che esuli dalla quotidianità (se così si può chiamare, data la dinamicità delle nostre avventure) e che dia nuovi stimoli.

La Comunità Capi di Loreggia alla fine dell’anno scorso ha sentito questa necessità… Nonostante fossimo comunque abbastanza legati, abbiamo sentito il bisogno di rinforzare la nostra identità, in modo che quando parliamo di “NOI” in qualità di capi dello stesso gruppo, non sia un “NOI” di pura formalità, ma un “NOI” che parte da dentro, nel quale ci si possa davvero riconoscere. Dopo un’analisi delle nostre necessità, siamo stati tutti concordi nel dire che per passare ai nostri ragazzi un messaggio di fede dobbiamo essere noi i primi a viverlo con convinzione e dobbiamo essere uniti in questo obiettivo. Ecco dunque spiegata l’idea del pellegrinaggio a Roma il 10, 11 e il 12 ottobre 2014.

In quest’avventura (perché, strano a dirsi, ma anche quella di fede può essere un’avventura a tutti gli effetti!!) siamo stati accompagnati da don Luca che ci ha fornito costanti provocazioni e spunti di riflessione che ci permettessero di vivere appieno il nostro pellegrinaggio, coronato dalla partecipazione all’Angelus in Piazza S. Pietro di domenica 12 Ottobre.

Il nostro weekend è stato scandito da varie tappe, tutte improntate su un cammino di fede. Abbiamo infatti visitato la Basilica di San. Agnese e le sue catacombe, la Basilica di San. Paolo, la Basilica di San Pietro, la chiesa di San. Agnese in Agone, e la Basilica della Santa Croce di Gerusalemme poi già che c'eravamo l'Altare della Patria e i Fori Imperiali.

Non abbiamo sicuramente messo a tacere la vena spassosa e un po’ da eterni Peter Pan che ci contraddistingue, infatti in serata abbiamo fatto un po’ i turisti e ci siamo divertiti a mangiare seduti sulle gradinate di Piazza di Spagna.

Tornati a casa ci siamo guardati negli occhi e abbiamo ammesso che un’esperienza di questo genere ci ha dato molto più di quello che ci aspettavamo. Ancora una volta essere scout ci ha permesso di vivere un’esperienza con occhi diversi, dandoci cosi la conferma del fatto che anche noi possiamo puntare in alto.

Lasciamo concludere quest’articolo a Sir Robert Baden Powell:

"Quando sembra tutto cancellato, allora parti per l'avventura: apriti la strada con coraggio. Quando ti sembrano cancellati l'entusiasmo, la speranza, l'amore, questi tre sentimenti meravigliosi, allora parti per l'avventura con coraggio".

Buona strada

Guilia

La Comunità Capi del Loreggia 1

 

20141010-11-12 CoCa Roma 070

 

Pagina 3 di 3